UN ALTRO MODO DI INTENDERE L’OCCLUSIONE

ANOTHER WAY TO UNDERSTAND OCCLUSION

FUNFUNCTION è un corso di 2 giorni che fa parte del programma di formazione 3STEP, e che offre un approccio innovativo Gnatologico, soprattutto nel trattamento dei casi disfunzionali.

Quante volte si e’ detto ai pazienti che hanno ricevuto dei restauri: “vai a casa e ti adatterai?” Ma tutti i paziente sono in grado di adattarsi? E se questo non avviene?

Invece di imporre a tutti lo stesso schema occlusale, nel corso FUNFUNCTION si considera ogni PAZIENTE come fosse unico e si propone un’analisi personalizzata della loro funzione prima e durante la terapia.

Grazie all’osservazione degli aspetti DINAMICI dell’occlusione (es. Masticazione), e grazie al carattere ADDITIVO della 3STEP, una vera RIABILITAZIONE, e non solo una ricostruzione, può essere proposta ai pazienti disfunzionali come un TEST drive, dove diagnosi e terapia si fondono insieme (Teragnostica).

GIORNO 1

1.30 ora – 14 PAROLE, riabilitazione NON SOLO ricostruzione



Sono già passati 14 anni dalla prima volta che è stato proposto il METODO 3STEP. Oggi le indicazioni sono aumentate esponenzialmente. La forza del 3STEP è la capacità di fare un TEST DRIVE, in composito e non invasivo, sui pazienti prima di completare il trattamento con i restauri definitivi. Grazie a queste due caratteristiche, la 3STEP non è piu’ una tecnica, ma diventa un protocollo essenziale per qualsiasi clinico che voglia trattare un paziente, stabilizzando l’occlusione e migliorando la funzione. In questa presentazione verranno illustrate 14 parole chiave per mostrare come la 3STEP possa diventare parte essenziale in ogni pratica dentale.



1.30 ora – Diagnosi avanzata



Spesso la diagnosi viene omessa specialmente di fronte a bordi incisali usurati, passando subito alla loro ricostruzione. I clinici dovrebbero, invece, identificare la causa dell’usura prima di iniziare qualsiasi terapia. Se l’originale (lo smalto) si è rotto, la sua RIPARAZIONE non può avere una sopravvivenza migliore se non si individuano ed eliminano le cause del danno, specialmente se alla base del problema ci sono dei problemi funzionali. In questa presentazione, un paziente affetto da severa usura e trattato seguendo il protocollo 3STEP, con 12 anni di follow-up sarà utilizzato per mettere in guardia i clinici sui problemi legati alla mancanza di una diagnosi iniziale corretta.

1.30 ora – Mandibole centrate, come e perché?


La 3STEP si basa su un protocollo rigoroso che parte dalla determinazione di una posizione iniziale della mandibola che punta ad un comfort muscolare. In questa presentazione verranno spiegati i diversi modi di registrare questa posizione.

16.00-18.00 – Rivisitazione di Planas, morso profondo, invecchiamento e funzione unilaterale




Analizzare la funzione di un paziente non deve basarsi su metodi complessi o su apparecchiature costose, altrimenti non tutti i pazienti usufruiranno di uno screening funzionale. Ma una diagnosi funzionale può essere fatta in modo semplificato, e comunque efficiente, per essere realmente utilizzata quotidianamente? Questo è l’obiettivo del lavoro della Dr. ssa Vailati. Per raggiungere questo obbiettivo, le idee del Dr. Pedro Planas sono perfette, oerche’ aggiungono valore ad argomenti importanti come l’invecchiamento fisiologico e l’usura dei denti.
Le osservazioni cliniche del Dr. Pedro Planas sono state pienamente integrate nella 3STEP per migliorare il comfort del paziente e la longevità dei restauri.

GIORNO 2

9.00-11.00 – Movimento e G test, funzione verticale e orizzontale

Quando si restaurano i pazienti, il clinico spera che essi si adattino alla nuova funzione in modo da garantire la longevità dei restauri. In caso di dentizione usurata, tuttavia, il paziente presenta spesso un modo patologico di masticare. La dottoressa Vailati ha implementato nella analisi funzionale l’uso di una semplice gomma da masticare (il G test). Con un paziente non anestetizzato, seduto in posizione eretta sulla poltrona, il clinico può identificare meglio le potenziali interferenze durante la funzione, prima di iniziare la riabilitazione. La bocca non si apre e chiude in modo statico. I movimenti dinamici sono i più difficili da identificare e la collaborazione del paziente è essenziale. Con una semplice gomma, i pazienti saranno classificati come orizzontali, verticali o horiverti. Grazie alla gomma, i rumori durante la masticazione dei restauri che sbattono l’uno contro l’altro potrebbero essere percepiti ed eliminati. Le regolazioni occlusali saranno fatte analizzando la funzione muscolare reale di ogni paziente per raggiungere alla fine il loro comfort. I pazienti non dovrebbero adattarsi ai restauri, perché spesso questo porta i restauri al loro fallimento.

11.00-13.00 – Aumento delle complicazioni VDO

L’aumento della VDO rappresenta spesso una sfida per molti clinici, non solo perché è necessario trattare diversi denti allo stesso tempo, ma anche perché c’è una paura generalizzata per le potenziali complicazioni cliniche. In questa parte del corso, l’aumento della DVO sarà spiegato in dettaglio per confortare i clinici che è possibile e spesso molto ben accettato. Tuttavia, l’attenzione sarà rivolta alle diverse situazioni in cui questo approccio dovrebbe essere usato con più attenzione, per valutare se questo aumento sarà di lunga durata in tutti i pazienti.

14.00-18.00 – Piano di trattamento dei casi dei partecipanti

Questa sessione è la più interessante e anche la piu’ imprevedibile, poiché è basata sull’esame dei pazienti portati dagli stessi partecipanti. La dottoressa Vailati prendera’ in considerazione 15 foto cliniche per ogni potenziale caso da trattare seguendo il protocollo 3STEP. La diagnosi ed il piano di trattamento saranno fatti insieme al gruppo dei partecipanti al corso. Durante questa parte del corso, spesso i dentisti constatano che la loro raccolta dati non è sempre perfetta e che mancano informazioni fondamentali per poter cominciare il caso. Questa è un’esperienza di apprendimento molto importante.

Objettivi di apprendimento:

  • Aiutare i clinici a raccogliere i dati corretti prima di iniziare qualsiasi trattamento.
  • Dare un’idea dei parametri funzionali da guardare, quando si incontra un paziente durante la prima consultazione.

FUNFUNCTION Italia

Posizione: Como, Italia

Data: 9-10 Dicembre, 2022

ACQUISTA QUESTO CORSO